Spesso le persone affette da sintomatologie psicopatologiche,  tendono ad evitare ogni attività che generi ansia delegando ai familiari le proprie responsabilità. Tali condizioni determinano un incremento dei pensieri ruminanti, pensieri negativi, stati depressivi, che sono gli antecedenti di un crescente desiderio di isolamento.

L’intervento psicologico a domicilio si pone l’obiettivo di intervenire sui fattori di mantenimento di tale schema, attraverso attività di sostegno e di riabilitazione tra cui la programmazione ed il monitoraggio di attività quotidiane nonché il miglioramento delle dinamiche relazionali del sistema famiglia gravato e sconvolto dal vissuto della malattia.

Gli interventi domiciliari favoriscono il recupero e lo sviluppo delle capacità del paziente, facendogli acquisire una maggiore fiducia in se stesso, aumentando il livello di autostima ed intervenendo e potenziando le risorse residue.

Presupposto indispensabile per l’efficacia terapeutica dell’intervento di assistenza psicologica a domicilio è un’attenta valutazione del caso specifico, delle singole situazioni e delle esigenze dell’individuo, dei possibili obiettivi condivisi e concordati con il paziente e familiari.