La Terapia EMDR nel trattamento delle Psicopatologie del Lavoro

“La Salute Organizzativa può essere definita come l’insieme dei nuclei culturali, dei processi e delle pratiche organizzative che animano la convivenza nei contesti di lavoro, promuovendo, mantenendo e migliorando il benessere fisico, psicologico e sociale delle comunità lavorative (Avallone, Paplomatas, 2005).

Quando si vive una condizione di Disagio Lavorativo, spesso si è vittime di vessazioni, umiliazioni, maldicenze, costituenti atti lesivi della dignità personale, professionale e psichica.

Siffatti scenari, soventemente, sviluppano nelle persone il Disturbo Post Traumatico da Stress, con conseguenze psichiatriche invalidanti e pericolose (senso di irrealtà, reazioni fisiche, pensieri intrusivi, problemi di sonno, disperazione, dissociazione).

La Terapia EMDR è un approccio terapeutico utilizzato per il trattamento del trauma e di problematiche legate allo stress, soprattutto allo stress traumatico.

L’EMDR si focalizza sul ricordo dell’esperienza traumatica ed è una metodologia completa che utilizza i movimenti oculari o altre forme di stimolazione alternata destro/sinistra per trattare disturbi legati direttamente a esperienze traumatiche o particolarmente stressanti dal punto di vista emotivo.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità, ha riconosciuto l’EMDR la terapia  di elezione in questo tipo di problematica proprio perché la rielaborazione degli eventi traumatici elicitati e desensibilizzati attraverso il protocollo EMDR favorisce la ristrutturazione delle informazioni legate al trauma vissuto.

Dopo una o più sedute di EMDR, i ricordi disturbanti legati all’evento traumatico hanno una desensibilizzazione, perdono la loro carica emotiva negativa. Il cambiamento è molto rapido, indipendentemente dal tempo  passato dall’evento.